Londra e Cornovaglia

Su Instagram vi ho reso partecipi di gran parte del mio viaggio a Londra e in Cornovaglia. In tantissimi mi avete scritto, ringraziandomi dei posti che vi stavo facendo vedere e mi avete chiesto di continuare a farlo…l’ho fatto con piacere, perchè le cose belle vanno condivise.

E’ stata un’esperienza unica anche per me, per tanti motivi. Innanzitutto è un viaggio che non era stato programmato in alcun modo, anzi! Mi sono trovata a decidere in un giorno…sapevo che avrei viaggiato da sola perchè, con così poco preavviso, nessuno poteva prendersi le ferie. Quindi, avrei viaggiato da sola e all’estero, per la prima volta in vita mia! Di solito quando prenoto un viaggio sono sempre molto entusiasta ed organizzata, mentre questa volta avevo un pò di timore…ma lo sapete cosa ho imparato a fare con le mie tante paure? A superarle…come? Buttandomi! Alla fine è andato tutto bene: non ho mangiato niente di contaminato, non mi sono sentita male…ma anzi!

Ovviamente non sono andata come una sbandata, ma ho prenotato un viaggio organizzato con un’ottima compagnia, la Boscolo viaggi.

Sapevo che avrei girato tanto, cambiato diversi hotel, visto tantissimi posti e viaggiato molto in pullman. Ho firmato un foglio dove specificavo che sono celiaca…ho organizzato la valigia mettendo dentro tante cose da mangiare che, alla fine, non sono servite!

Il mio viaggio è iniziato il 2 giugno.

Ho impiegato davvero molto tempo per arrivare in hotel a causa del traffico, quindi sono entrata in stanza verso le ore 16 locali. Ho soggiornato all’hotel Melia (4 stelle). Ho preso la piantina della città e sono andata a farmi una bella passeggiata per Londra. Per prima cosa ho visitato il vicino Regent’s Park, dove ci sono i roseti della Regina. Sono magnifici. Il profumo delle rose pervadeva l’aria, i colori erano così nuovi ed intensi che creavano una magica atmosfera. Il parco è enorme e ci sono tantissimi scoiattoli!

Mi sono diretta in Oxford street e poi giù fino a Piccadilly Circus. Mi sono goduta le esibizioni degli artisti di strada (che sono davvero bravi) e poi sono tornata in albergo per incontrare il gruppo con cui avrei condiviso il viaggio in Cornovaglia.

Abbiamo cenato in hotel (avevo tutte le cene comprese nel viaggio). Tutto davvero buono, dalla carne, al pesce (che veniva cotto al momento su un’apposita piastra), alle verdure. Lo chef mi seguiva personalmente dicendomi quello che potevo o non potevo mangiare. Comunque, non essendoci pasta, il rischio di contaminazione era nullo! La colazione era continentale ed avevano uno stand dedicato al gluten free, con pan carrè, pane ai cereali, pane con l’uvetta e cereali. Prendevo sempre le uova, strapazzate e all’occhio di bue, cucinate al momento su apposite piastre. Insomma un pieno di energia per iniziare al meglio la giornata! Ovviamente non mancava mai il tè inglese (che ADORO)!

3 giugno.

Abbiamo visitato Londra con una guida privata che ci ha spiegato e raccontato la storia della città in maniera molto divertente. Ci siamo spostati con un bus privato, quindi abbiamo potuto vedere praticamente tutta la città!

Ho pranzato a Camden, in un locale che si chiama Byron, dove ho ordinato un hamburger gluten free.

Londra era un pò caotica per via dell’arrivo di Trump…tornati in hotel abbiamo cenato e poi sono andata a godermi Londra di notte!

4  giugno.

Finalmente siamo partiti per la Cornovaglia. Una zona magnifica, ricca di verde, natura e animali. Regna dappertutto un gran senso di pace e tranquillità e c’è un gran rispetto. Gli allevamenti intensivi sono stati aboliti e gli animali vivono tutti allo stato brado. In più, in base ad una legge, può esserci 1 solo centro commerciale ogni 200 km, per incentivare ed aiutare gli imprenditori locali. Durante questi lunghi viaggi in pullman ho guardato queste colline sconfinate, dove i cavalli correvano liberi, le pecore e gli agnellini erano sdraiati al sole…un incanto! Ho visto anche cervi, tassi, falchi pellegrini, lepri…insomma per chi ama gli animali come me, una meraviglia!

Prima tappa a Salisbury.

Abbiamo visitato la città con una guida locale molto dolce, ci ha spiegato tutto nei minimi dettagli e la cattedrale (dove è conservata la magna carta) era davvero imponente! Per mangiare ho usato l’applicazione gratuita  FIND ME GLUTEN FREE, ci sono tantissimi posti! Ho mangiato un Toast al prosciutto e formaggio e un carrot cake da CARWARDINES, trovarlo non è difficile, perchè la strada è una sola!

Siamo partiti alla volta di Bath, dove si trovano le terme romane ed è pieno di artisti!

Ci siamo diretti a Bristol ed abbiamo soggiornato al Mercure Hotel (cena compresa). Per colazione ho ordinato una mega omelette con prosciutto e formaggio.

5 giugno.

Siamo andati a Wells, dove abbiamo visitato la cattedrale che conserva il più antico orologio astronomico d’Europa. Il mercoledì c’è il mercatino locale dove potete trovare de stand gluten free: uno di cibo asiatico ed uno di una signora che cucina solo torte senza glutine!

Finalmente ci siamo diretti a Gastonbury, ossia AVALON. Uno dei luoghi più magici che esistano al mondo!

Qui la storia diventa leggenda, che si trasforma in magia. Una cattedrale bellissima, dove si dice sia sepolto il Santo Graal, ma non solo. Ad Avalon è sepolto re Artù. In più è uno dei pochi posti al mondo dove l’energia magmatica della terra è più in superficie e credetemi che tutto questo messo assieme si sente. E’ la città delle fate e degli elfi e c’è tanta gente che ci si è trasferita per vivere di magia.

Durante la mia visita mi sono seduta, in quelle rovine, immaginando ciò che era stata, ciò che era ed ho respirato la storia e la magia a pieni polmoni…è difficile da descrivere, ma è un posto da visitare!

Ho trovato anche lì due posti che vendono cibo senza  glutine. In un forno (BURNS THE BREAD) ho comprato due mega muffin ed un brownie, mentre in un locale si poteva proprio mangiare…essendo pomeriggio ho solo bevuto un tè.

Abbiamo poi raggiunto la città di Exeter, dove si trovava il nostro albergo, il Devon. Abbiamo cenato per due sere nel pub lì vicino. Non ho avuto alcun problema, avevo il mio pane senza glutine, potevo mangiare tutta la carne e le verdure che volevo ed avevano addirittura preparato la salsa per la carne solo per me! La colazione sempre buona ed abbondante. La mia camera affacciava su una collina. Per due notti ho lasciato la tenda aperta. Volevo addormentarmi guardando le stelle e svegliarmi con l’alba…in una contea così piena di verde e natura.

6 giugno.

Ci siamo diretti sulla magnifica spiaggia da cui si vede St. Michael. Ho visto per la prima volta l’oceano, ma soprattutto ho respirato per la prima volta l’oceano. E’ un profumo così intenso da stordirti, tirava vento ed era tutto amplificato. Ho fatto una passeggiata sulla spiaggia in cerca di conchiglie (ho una piccola collezione privata, conservo conchiglie raccolte in posti speciali o regalatemi), ma non ce ne erano, così ho raccolto delle pietre. E’ l’unico souvenir per me che ho riportato dalla Cornovaglia.

Siamo andati nella meravigliosa cittadina di St. Ives, cuore della Cornovaglia. Ci sono dei gabbiani predatori, quindi vi consiglio di non mangiare all’aperto perchè rubano il cibo! Era pieno di cani che facevano il bagno nel mare…c’erano i surfisti e tanta gente che si godeva il sole.

Ho fatto una passeggiata fino a una chiesetta in cima ad una collina, dalla quale si poteva ammirare tutta la costa. E’ stato bellissimo. La chiesa presenta entrambe le croci: quella celtica (simbolo dei quattro elementi: acqua, fuoco, terra, aria ed il cerchio dell’infinito che li unisce) e quella cattolica. Lo sguardo si perde a vista d’occhio, senti la vita scorrere nelle vene per l’emozione. Ho visto i posti che desideravo vedere da una vita…e li ho visti col sole!

In un alimentari (THE ALLOTMENT DELI) ho comprato il cibo tipico locale: il cornish pasty, una mini pizza rustica ripiena di verdure. Molto buono!

Dovevamo vistare Tintagel (CAMELOT), ma la strada era inaccessibile ed abbiamo visitato il paesino dei pirati, Polperro. Ha dei paesaggi mozzafiato, pieno di locali gluten free ed amano i cani più delle persone…un sogno!

Per ritornare ad Exeter abbiamo attraversato il Dartmoor National Park, un luogo dove tutti gli animali vivono liberi (pony, mucche, pecore…) e da dove sono state prese le pietre per costruire Stonehenge…inutile dirvi che è bellissimo!

7 giugno.

Abbiamo visitato Stonehenge, patrimonio Unesco, uno dei luoghi più misteriosi del mondo, ricco di magia e storia. Peccato ci fosse una bufera…ma è magnifico!

Nel bar ho anche trovato i tramezzini confezionati senza glutine, incredibile!

Siamo tornati a Londra, all’hotel Melia, mi sono cambiata ed asciugata velocemente (ero zuppa) e sono andata al British Museum a vedere la stele di Rosetta. Ho fatto un’altra passeggiata in Regent’s park, poi sono tornata in albergo perchè avevo la febbre.

8 giugno.

Sono andata alla stazione di King’s Cross per vedere il binario 9 e 3/4 (sono una fan di Harry Potter) e poi sono andata in Baker street, al n, 221, dove si trova la casa di Sherlock Holmes. Ho comprato un wrap all’anatra nella catena di supermercati M&S. Sono ripartita alle 14 e sono ritornata a casa a mezzanotte e mezza!

Per trovare i locali gluten free, sia a Londra, che in Cornovaglia ho usato l’app FIND ME GLUTEN FREE; il sito GLUTEN FREE LONDON ed il sito www.coeliac.org.uk

Non troverete alcun problema perchè è un Paese super organizzato per il gluten free, però specificate sempre che siete celiaci e non intolleranti, perchè bisogna fare attenzione alla cross contamination (la contaminazione).

E’ un viaggio che vi consiglio assolutamente di fare….se amate la natura, i paesaggi incontaminati e selvaggi è il viaggio per voi!

Condividi su:

2 Commenti

  • Sabrina 17 Giugno 2019 at 19:24 Rispondi

    Ciao a tutti! Confermo che questo tour è stato veramente magico. Ho avuto la fortuna di conoscere persone veramente simpatiche e tra queste c’era Giulia.
    Ho scoperto di essere un’ottima spalla per la ricerca di negozi per celiaci. Per chi pensa di creare problemi a chi viaggia con i celiaci, sappiate che con la scusa di cercare un posto adatto per mangiare, si scoprono posticini fantastici!

    • Giulia 22 Giugno 2019 at 19:28 Rispondi

      Sabrina, è un vero segugio per i locali gluten free…ne trova più lei di me!!! <3

Lascia un commento